Ieri e Oggi – la resa del Conte?

È la resa dl Conte? La mattinata di mercoledì 22 luglio inizia con un pezzo di Scudetto che prende la via di Torino. Nel giorno di Inter-Fiorentina ecco spuntare le dichiarazioni di Antonio Conte che di fatto si tira fuori dalla corsa al titolo. Come quei candidati alle elezioni che, in pieno spoglio delle schede, capisce che l’avversario è irraggiungibile.

Se l’Inter alzerà subito bandiera bianca e permetterà alla Juventus di chiudere i conti già a Udine, lo si capirà stasera. Di fatto Antonio Conte ha ammesso quella che è una verità che tutti conoscevano, lui per primo. In questo momento, il modello Juve è ancora avanti a tutti. Più che resa del Conte è l’ammissione di una cosa che sa bene, visto è tra i protagonisti che ha contribuito a crearlo. Le frasi riportate da Tuttosport e Corriere dello Sport potrebbero far storcere il naso ai tifosi nerazzurri, ma perché a Milano hanno ingaggiato prima Marotta e poi il tecnico salentino?

La prima pagina di Tuttosport vista durante la puntata di Ieri e Oggi del 22 luglio 2020, con il titolo sulla resa di Conte

Intanto sempre sul fronte Milano ecco una notizia davvero clamorosa. Il Milan ha fatto marcia indietro. Niente Ralf Rangnick, come sbandierato per settimane. E di fatto conferma per Stefano Pioli sulla panchina e Zlatan Ibrahimovic sul campo (il secondo da valutare se si “accontenterà” di giocare in un club che non disputa la Champions League). I rossoneri sono quelli che hanno fatto meglio di tutti nel post lockdown e questo è valso la riconferma al tecnico.

Una scelta di continuità e sicuramente di serenità, che tranquillizza tutto l’ambiente in vista dell’imminente avvio della prossima stagione. Che sia anche quella giusta, lo dirà solo il tempo. Per ora resta l’idea di una società che continua ad avere le idee un po’ confuse e stride molto con l’immagine del Milan versione Berlusconi-Galliani-Braida. E, come sottolineato da Paolo Rossi in trasmissione, anche il comunicato stampa non depone a favore di un club che della comunicazione ha sempre fatto una bandiera.

La prima pagina di Gazzetta dello Sport vista durante la puntata di Ieri e Oggi del 22 luglio 2020, con il titolo sul Milan e l'accenno alla resa di Conte

Un piccolo tuffo nel passato. Un anno fa sui giornali veniva celebrato l’Higuain 2.0 quello che rientrato a Torino, ma con il foglio di via in mano, stava invece iniziando a meritarsi la conferma. E alla fine sullo Scudetto c’è anche la sua firma, con il gol a San Siro contro l’Inter a fare da copertina. E la sua rinascita, oltre a quella di Paulo Dybala, sono da mettere nei meriti di Maurizio Sarri. Così come la stagione da assoluto fenomeno di Cristiano Ronaldo.

La prima pagina di Corriere dello Sport del 2019 vista durante la puntata di Ieri e Oggi del 22 luglio 2020, con Higuain protagonista

Ecco il video completo della trasmissione, nella diretta Facebook di Radio Bianconera

Di seguito il link per ascoltare il podcast della puntata