Ieri e Oggi – il Conte non torna più

Il Conte non torna più. Conte in rosso. La resa di Conte. Dopo il pareggio dell’Inter a Verona, che di fatto lascia i nerazzurri a -10 dalla vetta, sui quotidiani sportivi pullulano i giochi di parole. Ma il senso non cambia. A meno di miracoli, Antonio Conte non riuscirà nell’impresa – pur molto difficile – di portare la sua squadra a centrare lo Scudetto al primo colpo. Come già successo in passato, sia alla Juventus che al Chelsea.

Un anno fa di questi tempi, il titolo “Il Conte non torna più” era fonte di tristezza per parte del tifo bianconero. Quello, per intenderci, che aveva sperato che fosse lui a riprendersi il posto lasciato da Massimiliano Allegri. E io mi metto in prima fila. Nulla contro Maurizio Sarri, ma avevo davvero sperato nel ritorno del figliol prodigo: ci sono intere puntate di programmi di Radio Bianconera a testimoniarlo. E un anno dopo, visti i cammini dei dei rispettivi club, ha avuto ancora una volta ragione la Juventus. Anche se, prima di festeggiare il nono Scudetto di fila bisognerà superare gli ultimi ostacoli.

La prima pagina delle Gazzetta dello Sport vista durante la puntata di Ieri e Oggi del 10 luglio 2020. Si chiede se il Conte non torna più

Il primo di questi ostacoli potrebbe essere il più duro, come già detto nella puntata di giovedì di Ieri e Oggi. L’Atalanta attesa sabato sera allo Stadium è la squadra più in forma del 2020. Non solo perché ha fatto più punti di tutti in campionato. Ma anche per come ha sculacciato il Valencia in Champions League. Superare la squadra di Gasperini, ora a -9, costituirebbe un passo forse decisivo. Anche per il morale di chi sta dietro, sempre che ci sia ancora qualcuno pronto a provarci. Dopo le ultime prove di Inter e Lazio, qualche dubbio può venire lecito. Ma nel calcio al tempo del Coronavirus può accadere di tutto.

La prima pagina di Tuttosport vista durante la puntata di Ieri e Oggi del 10 luglio 2020

La Juventus dovrà ripetere la lezione del 2016, quando arrivò alla sfida casalinga contro l’Atalanta (ma allora era fine girone d’andata) in testa ma reduce da un pesante ko. Allora fu un 3-1 in casa del Genoa, maturato nei primi 30 minuti in cui i bianconeri non sembravano neppure scesi in campo. La vittoria sugli orobici, con lo stesso punteggio e lo stesso andamento, diede a tutti un altro segnale che in casa bianconera difficilmente si sbagliano 2 partite di fila. Un dogma da confermare anche stavolta.

La prima pagina del Corriere dello Sport del 4 dicembre 2016 dopo un Juventus-Atalanta vinto nettamente dai bianconeri

Ecco il video completo della trasmissione, nella diretta Facebook di Radio Bianconera

Di seguito il link per ascoltare il podcast della puntata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *