Gioventù Bianconera – Roberto Gasparro

Roberto Gasparro è Il protagonista della 16a puntata di Gioventù Bianconera.

Roberto Gasparro è uno dei registi emergenti del cinema italiano. Ma in passato ha legato il suo nome a quello della Juventus e del suo Settore Giovanile 

Gasparro con il manifesto del suo film Lui è mio padre

Per 5 anni, dal 2007 al 2012, Gasparro ha collaborato attivamente con il vivaio bianconero nel ruolo di dirigente accompagnatore. Anche lui appartenente a quella famosa squadra invisibile di cui abbiamo parlato in altre puntate di Gioventù Bianconera. In particolare in quelle dedicate a Riccardo Cavallari e Gianluca Rossi.

Un momento sul set

Un ruolo di grande responsabilità, quello di dirigente accompagnatore, dovendo gestire gruppi composti da ragazzi per lo più minorenni. Una parentesi importante – come Roberto ha raccontato nell’intervista per il podcast – durante la quale ha collaborato con allenatori di primo piano quali Antonio Marchio, Ciccio Grabbi, Fabrizio Ravanelli e Marco Baroni.

Foto di squadra dei 2000 guidati da Antonio Marchio e Ciccio Grabbi

E anche di poter vedere crescere alcuni ragazzi che sono poi approdati sui campi più importanti, italiani e internazionali. Ragazzi come Hans Nicolussi. O Moise Kean. E proprio su quest’ultimo, Gasparro ha racontato un episodio successo qualche anno fa. Un episodio all’insegna di quel genio e sregolatezza che continua a caratterizzare la sua finora breve carriera.

Moise Kean ragazzino, ai tempi in cui Gasparro era suo dirigente accompagnatore

Cinque anni importanti, quelli trascorsi da Roberto tra lo Juventus Center di Vinovo e la sede del club in corso Galileo Ferraris a Torino. Anni in cui ha dato tanto, ma anche imparato molti aspetti del lavoro e dell’organizzazione che tuttora utilizza sui suoi set durante la realizzazione dei film.

Roberto Gasparro sul set

Ad oggi, Roberto Gasparro ha all’attivo 3 filmIl cielo guarda sotto, Qui non si muore Lui è mio padre. E sta già lavorando attivamente alla sua prossima pellicola.

Il manifesto di Il cielo guarda sotto Il manifesto di Qui non si muore

Prima di lanciarsi nella regia, Roberto si è fatto apprezzare come autore, collaborando con artisti molto noti dal pubblico italiano e… da quello juventino. Come il celebre Franco Neri, cabarettista molto amato tra quelli passati sul palcoscenico di Zelig.

Roberto Gasparro e Franco Neri

Ecco la puntata di Gioventù Bianconera dedicata a Roberto Gasparro.

Buon ascolto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *