Gioventù Bianconera – Matteo Gerbaudo

Matteo Gerbaudo è Il protagonista della 15a puntata di Gioventù Bianconera.

Matteo Gerbaudo rientra in quella categoria di ragazzi che hanno portato a termine l’intera trafila nel Settore Giovanile. Come successo ad altri 2 protagonisti delle puntate precedenti del podcast: Pietro Zammuto e Alberto Libertazzi.  L’avventura inizia prestissimo, nel 2001. Per lui, nato nel 1995, arriva subito la chiamata con i nati nel 1994 nella squadra allenata da Franco Perri 

Matteo Gerbaudo coi Pulcini di Franco Perri

A Natale il primo riconoscimento importante. Durante la grande festa organizzata dalla società, riceve il premio del più giovane di tutto il vivaio. Ricevuto dalle mani di Alessandro Del Piero e dell’allora presidente Vittorio Chiusano. Un momento magico, immortalato in questa foto a cui Matteo tiene in modo particolare!

Il piccolo Matteo premiato da Alessandro Del Piero e Vittorio Chiusano per essere il più giovane del Settore Giovanile

Gerbaudo è un cognome che ha lasciato segni importanti nella storia del Settore Giovanile della Juventus. Prima di Matteo avevano già messo piede nel mondo bianconero il papà Lorenzo, per oltre un decennio tra gli allenatori più stimati della Scuola Calcio, e il fratello maggiore Luca, anche lui capace di completare il percorso dai Pulcini alla Primavera. Una famiglia in cui i colori bianconeri sono sempre stati di casa, come ha confermato durante l’intervista con Gioventù Bianconera.

La famiglia Gerbaudo è sempre stata legata ai colori bianconeri

Il percorso di Matteo Gerbaudo alla Juventus è stato un continuo crescendo. Che lo ha portato fino in Primavera, dove ha indossato con orgoglio la maglia numero 10 e anche la fascia di capitano.

La maglia numero 10: un sogno che si avvera Orgoglio di capitano

Quello che non è mai mancato al ragazzo torinese è la personalità. Nel suo ruolino di marcia può vantare un gol allo Juventus Stadium nell’andata della finale di Coppa Italia Primavera vinta contro il Napoli. E uno allo Stadio Olimpico di Roma nella Supercoppa Italiana in cui la Juventus si impose sulla Lazio.

La gioia di Matteo dopo la conquista della Supercoppa

Essendo uno dei talenti della Primavera, Gerbaudo è stato spesso aggregato alla Prima Squadra, prima allenata da Antonio Conte e poi da Massimiliano Allegri. Con tanti ricordi piacevoli, come la classica partita di Villar Perosa.

Matteo Gerbaudo contro Arturo Vidal in una delle partite di Villar Perosa

A Matteo è mancata solo la classica ciliegina sulla torta: l’esordio ufficiale. Solo sfiorato, nel 2014, quando Conte lo aggregò per la trasferta di Catania, vinta grazie a un gol di Carlos Tevez. Di quel pomeriggio in Sicilia resta un’immagine da portare sempre con sé: l’esultanza di squadra sotto la curva dei tifosi bianconeri, per mano all’attuale tecnico della Juventus Andrea Pirlo!

Per mano ad Andrea Pirlo, una gioia grande quasi quanto un esordio

A 25 anni (di cui 13 passati nel vivaio della Juventus!), Matteo Gerbaudo è nel pieno della sua carriera. Una carriera in cui continuare a mettere in mostra la sua personalità. Con le maglie di alcune delle società che hanno fatto la storia del calcio italiano: tra le altre, Vicenza, Spal, Avellino, Foggia e, da poche settimane, Mantova

Mantova, ultima tappa del percorso calcistico di Matteo Gerbaudo

Ecco la puntata di Gioventù Bianconera dedicata a Matteo Gerbaudo.

Buon ascolto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *