Gioventù Bianconera – Enrico Vaudagna

Enrico Vaudagna è Il protagonista della quinta puntata di Gioventù Bianconera.

Enrico Vaudagna è stato un portiere che ha militato per anni (dal 1992 al 2000) nel Settore Giovanile della Juventus. Classe 1981, è stato testimone del cambio dirigenziale nel 1994 che ha portato una rivoluzione anche nel vivaio.

Il calcio e la porta sono ancora oggi nella sua vita: è diventato preparatore dei portieri e a Saluzzo (dove è nato e cresciuto) ha aperto una scuola proprio dedicata ai futuri numeri uno.

Una foto attuale di Enrico Vaudagna

Nella sua chiacchierata con Gioventù Bianconera, Enrico ha ricordato gli anni trascorsi ad andare su e giù da Saluzzo a Torino per allenarsi e giocare nelle formazioni giovanili bianconere. Il rapporto con i compagni e con i tanti allenatori avuti nella sua esperienza. Con una menzione speciale per Claudio Maiani, storico preparatore dei giovani portieri della Juventus, anche lui un prodotto del vivaio. Nel suo lavoro ha affiancato spesso Michelangelo Rampulla, protagonista della seconda puntata di questo podcast.

Una foto di Claudio Maiani

Ma anche tantissimi aneddoti di un periodo che rimarrà per sempre nei suoi ricordi. Vaudagna ha avuto il piacere di giocare con alcuni compagni che hanno conosciuto la Serie A, come Andrea Gasbarroni. Ma anche avuto modo di vedere all’opera tanti numeri uno che, usciti dalla scuola portieri della Juventus, hanno avuto carriere importanti: Davide Micillo, Lorenzo Squizzi, Stefano Sorrentino, Andreas Isaksson e Antonio Mirante. Oltre al compagno Andrea D’Amico che ha avuto comunque l’onore di esordire nella massima serie e con la maglia bianconera.

Vaudagna premiato ai tempi delle giovanili della Juventus

Anche quelli extra-calcio. Vaudagna ha alle spalle una storia umana tutta da raccontare in cui ha ricoperto ruoli come l’agente di Borsa e il professore di lingue a Santo Domingo. Professioni in cui ha messo frutto anche alcuni degli insegnamenti appresi nel vivaio bianconero

Uno scorcio di Santo Domingo

Di seguito la chiacchierata con Enrico Vaudagna. Buon ascolto a tutti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *